Honor View 20: la recensione del nuovo smartphone top di gamma Honor

News
22/02/2019 Alessandra Basile 692

Display con il foro (niente più notch!), fotocamera monosensore da 48MP, prestazioni top con un rapporto qualità/prezzo invidiabile. Ecco gli assi nella manica del nuovo smartphone Honor. Scopri tutto nella nostra prova.

È passato esattamente un mese dalla presentazione a Parigi di Honor View20, ho voluto provare a fondo il nuovo smartphone top di gamma di casa Honor per testare tutta la tecnologia che era stata presentata sul palco della Ville Lumière. Non c’è che dire: il nuovo smartphone Honor ha mantenuto le promesse, soddisfacendo le aspettative. E per provare una delle innovazioni principali portate a bordo di View 20 ho invitato Luca Figini di iGizmo.it negli uffici di Monclick. Il test ha riguardato la fotocamera 3D Tof che permette di scansionare gli oggetti che rileva nell’inquadratura, così come i movimenti delle persone, e che strizza l’occhio a nuove applicazioni, come l'utilizzo dello smartphone come una console di gioco per i videogames motion-controlled. Abbiamo provato a giocare a freccette, semplicemente connettendo Honor View 20 ad un monitor. Ti invito a guardare il nostro video per vedere com'è andata e per scoprire in breve perché dovresti comprare Honor View 20. Ma, prima di ogni ulteriore considerazione, passiamo alla scheda tecnica.

Honor View 20 – Caratteristiche tecniche

Honor View 20 presenta un display con diagonale da 6,4" su un pannello IPS con risoluzione Full HD+. Si tratta di uno schermo All-View con un rapporto screen to body del 91,8%. Honor View 20 è uno dei primissimi "smartphone col buco", vale a dire che su questo display non trovi il notch, ma un foro che accoglie la fotocamera frontale (ma di questo ti parlerò meglio dopo).
Il processore è la doppia NPU di casa Huawei Kirin 980, una doppia unità neurale a 7nm supportata da 8GB di RAM, mentre per lo storage interno hai a tua disposizione 256GB, non espandibili. Il sistema operativo è Android 9 Pie, personalizzato con la Magic UI 2.0. La batteria ha una capacità da 4.000 mAh.
Il comparto fotografico è composto da una fotocamera monosensore con una risoluzione da 48 MP e focale f/1.8 accompagnata da una seconda fotocamera 3D Tof, mentre per quanto riguarda la fotocamera anteriore troviamo un sensore da 25 MP e apertura f/2.0.

Leggi qui la scheda tecnica completa di Honor View 20

Honor View 20 – Display e design

Questi due aspetti mi hanno convinta talmente tanto, anzi hanno convinto sia me sia Luca, da indurci ad annoverarli come prima ragione per cui dovresti acquistare Honor View 20. Lo schermo è stato ridisegnato per abbandonare il notch, come ti ho anticipato qualche riga fa, e al suo posto ha fatto capolino il famoso foro che ospita la fotocamera per i selfie. Il risultato generale è sicuramente più elegante rispetto a quello che restituiva il design del notch che, soprattutto in alcuni casi, era un po’ troppo invasivo.
Il display risulta luminoso, ben calibrato e restituisce colori sempre piuttosto fedeli. Honor View 20 risulta comunque maneggevole pur presentando una diagonale da 6,4 pollici.
Altro aspetto che mi ha conquistata sin dal primo sguardo è la scocca posteriore. Si tratta di una back cover realizzata con una nanolitografia che crea una texture a forma di V (ovviamente V di View) veramente accattivante. A seconda di come inclini lo smartphone, vedrai diversi giochi di luce e sfumature di colore sul retro. Insomma, è davvero difficile non dire che Honor View 20 sia un bel telefono.
Provando a girare lo smartphone virtualmente tra le mani, sul lato destro troviamo il tasto di accensione e spegnimento e il bilanciere del volume, sul lato inferiore invece trovano posto lo speaker, la porta USB-C ed il microfono, il lato sinistro presenta lo slot per la SIM ed il lato superiore vede microfono, sensori ma soprattutto il jack da 3,5 mm che per me rappresenta sempre un plus.
Processore e prestazioni
Come ti ho anticipato, è Kirin 980 ad animare Honor View 20. L'abbiamo già imparato a conoscere nei mesi scorsi su Huawei Mate 20 Pro. Direi che in realtà non solo abbiamo imparato a conoscerlo, ma anche ad apprezzarlo per le sue prestazioni da vero top di gamma. Le applicazioni, anche le più pesanti, girano senza problemi, il telefono non surriscalda quasi mai e soprattutto la batteria è fenomenale: le due giornate di utilizzo si raggiungono senza problemi, anche con uso intenso.
La presenza del jack per alcuni può sembrare un dettaglio, invece io trovo che sia uno degli elementi che fanno la differenza: non dover costantemente portarsi dietro l’adattatore per ascoltare musica, video o banalmente per ascoltare un vocale che arriva su WhatsApp personalmente trovo non sia da poco.

Honor View 20 – La fotocamera

Ho trovato molto interessante la scelta di Honor di andare in controtendenza rispetto agli altri brand per quel che riguarda il numero di sensori: laddove per alcuni sembra esserci la corsa a montare quante più fotocamere possibili, Honor è tornata al sensore singolo e ha infuso tutta la sua tecnologia ed innovazione in questa fotocamera. Innanzitutto, stiamo parlando di una fotocamera Sony IMX586 con risoluzione da 48 MP e focale f/1.8. Scegliendo nelle impostazioni della fotocamera la massima risoluzione da 48 MP, è possibile attivare la funzionalità Ultra Clarity che raccoglie quanti più dettagli possibili per realizzare fotografie veramente stupefacenti. Per farlo, Honor View 20 scatta diverse immagini da 48 MP e raccoglie i dettagli migliori da ognuna, combinando un unico scatto. Ecco perché impiega circa 3 secondi per registrare l'immagine.
Discorso a sé merita la fotocamera 3D. Nel video che ho girato con Luca abbiamo provato a mettere in pratica il suo utilizzo. È stato sufficiente un adattatore USB-C/HDMI, abbiamo connesso lo smartphone Honor View 20 ad un monitor ed avviato il gioco Fancy Dart. La fotocamera 3D ci ha inquadrato e rilevava i nostri movimenti applicandoli al videogame. Va detto che occorre un po' di tempo per "prendere le misure" prima di giocare e divertirti veramente, però questa è solo una delle applicazioni di una fotocamera 3D Tof. L’altro aspetto importante è in ambito fotografico perché analizzando la scena è in grado di raccogliere veramente le informazioni sulla profondità di campo e realizzare un effetto bokeh davvero efficace, stagliando la figura principale rispetto allo sfondo che resta sfocato. Come sempre, in coda a questa recensione di Honor View 20 trovi un po’ di scatti che ho realizzato in questo mese di test.
 

Honor View 20 - Giudizio finale

Come abbiamo spiegato nel video, sono fondamentalmente tre i motivi principali per cui dovresti comprare Honor View 20. Al di là della voglia di essere tra i primi ad avere uno smartphone col foro, il design di Honor View 20 mi ha convinta appieno: originale, accattivante e ottimizzato negli ingombri. Altra reason why è la fotocamera: semplice, intuitiva, rapida e in grado di regalare un livello di dettaglio stupefacente. Infine, il rapporto qualità/prezzo: Honovr View 20 rappresenta la sintesi di quanto di meglio puoi trovare a livello hardware con prestazioni al top – inclusa l’autonomia della batteria – ad un prezzo di lancio di 699 Euro.