Honor 9X recensione: i 5 motivi per sceglierlo

News
14/02/2020 Alessandra Basile 701

Schermo Full View grazie all'uso di una fotocamera pop-up per i selfie, batteria duratura e foto social sono i principali assi nella manica del nuovo nato in casa Honor. Scopri tutto in questa recensione di Honor 9X.

In queste settimane ho avuto modo di provare l'ultimo smartphone Honor che può fregiarsi di avere a bordo Android ed i servizi Google per le app, sto parlando di Honor 9X presentato a fine novembre. L’intento dell'azienda è stato chiaro sin dalla conferenza stampa: andare a proporre uno smartphone per un pubblico giovane, social addicted e con un prezzo di lancio interessante. Dopo averlo testato in queste settimane, è arrivato il momento della recensione di Honor 9X e nel video qui sopra ti spiego i 5 motivi per cui dovresti acquistarlo. Ma, come prima cosa, vediamo insieme la scheda tecnica di Honor 9X.
 

Honor 9X – Caratteristiche tecniche

Lo smartphone Honor 9X presenta un display di tipo Full View con diagonale da 6,59" LCD. Si tratta di uno schermo full view in quanto non è presente alcun tipo di notch, né a tacca o a goccia, grazie alla presenza di una fotocamera pop-up per i selfie che permette, quindi, di sfruttare al massimo la superficie del display.
Honor 9X monta il processore proprietario Kirin 710, supportato da 4 GB di memoria RAM mentre per quanto riguarda la memoria interna, hai a tua disposizione 128 GB. La batteria ha una capacità di 4.000 mAh.
Sul fronte fotografico, Honor 9X monta una tripla fotocamera con sensore principale Sony IMX 586 con risoluzione di 48 MP e focale f/1.8; la seconda fotocamera invece è di tipo grandangolare e presenta un'apertura di 120°, risoluzione da 8 MP e apertura f/2.4; infine, il terzo sensore si occupa dell’effetto profondità per il bokeh e ha una risoluzione da 2 MP e anch’esso con apertura f/2.4.

Honor 9X – Scheda Completa

Honor 9X – Schermo e design

Anche questa volta Honor ha deciso di puntare su una feature distintiva per quanto riguarda il fronte design. Infatti, Honor 9 X nella colorazione blu presenta una lavorazione denominata "Dynamic X Design" che celebra la X della serie sul posteriore della scocca, incidendo decine di migliaia di prismi a forma di rombo grazie ad una sofisticata nano litografia. Ognuna delle lenti riflette la luce singolarmente, creando un accattivante gioco di riflessi. Purtroppo, la versione che ho potuto testare è quella nera, quindi non posso mostrarti dei dettagli di questa lavorazione nelle foto. Ad ogni modo, questa scelta cavalca il successo della serie X di Honor che, dal celebre Honor 6X, ha conquistato il cuore dei giovani e permette di differenziarsi in un contesto fatto di telefoni tutti molto simili tra di loro. Altro aspetto importante da sottolineare sul fronte design è la presenza del jack per le cuffie da 3,5 mm. Caratteristica estetica, ma soprattutto funzionale perché ti permetterà di non dover portare sempre con te l’adattatore per usare le tue solite cuffie per ascoltare la tua musica preferita o i vocali che ti arrivano via chat. Invece, per quanto riguarda lo schermo, come ti ho detto è un display full view, infatti presenta un rapporto screen-to-body del 91%, cioè la quasi totalità della superficie disponibile sulla parte frontale di Honor 9X. La scelta di adottare una fotocamera pop-up (di cui ti parlerò meglio fra poco) ti permetterà di guardare i tuoi contenuti multimediali senza distrazioni provocate dal notch.

Processore e prestazioni

Il processore a bordo di Honor 9X è il Kirin 710, già collaudato su altri smartphone Honor e Huawei. I 4 GB di memoria RAM che lo supportano e l'intelligenza artificiale riescono a sostenere ritmi abbastanza sostenuti, ho notato solo qualche lag nelle applicazioni che richiedono un particolare effort sul fronte grafico come Instagram. Da segnalare anche l'autonomia della batteria, data dalla combinazione della capacità di 4.000 mAh e dalla capacità del sistema operativo di ottimizzare i processi, in modo da ottimizzare i consumi. E devo dire che anche Honor 9X prosegue nell'ottima eredità degli smartphone di casa che hanno sempre vantato un’autonomia invidiabile. Infatti, non avrai problemi ad avere una giornata e mezza di utilizzo pieno, a volte sfiorando anche le due giornate, a seconda delle tue abitudini.
Sul fronte prestazioni, ti segnalo che è presente lo sblocco tramite fingerprint, con il sensore posto sul retro dello smartphone. Confesso che con una fotocamera pop-up mi sarei aspettata di poter usufruire comunque dell’autenticazione tramite riconoscimento del viso, invece non è possibile. Quindi dovrai scegliere tra pin o impronta digitale.

Honor 9X – Fotocamera

Come ti ho anticipato, si tratta di una tripla fotocamera il cui protagonista principale è il sensore Sony IMX586 da 48 MP. In generale, in condizioni di buona luce, le foto risultano sempre molto dettagliate e precise. Tende un po’ a perdersi, impastando un po' i colori, nelle scene con luce scarsa. Ma questa tripla fotocamera emerge non tanto per la risoluzione quanto per la sua capacità di essere una fotocamera versatile e adatta per i giovani. Infatti, le foto risultano praticamente già pronte per essere condivise sui social: già contrastate, già calibrate. Ad esempio, per la food photography (che tanto piace su Instagram, no?) i colori sono già ricchi e vibranti. Mentre per i ritratti o per i selfie, le tinte diventano più morbide e lo sfondo gode dell'effetto bokeh (ti consiglio di non esagerare con l'apertura perché altrimenti tende a diventare irreale e "mangiare" pezzi di soggetti). Bene anche la presenza del grandangolo che, grazie all'apertura di 120 gradi, ti permetterà di sbizzarrirti in diversi ambiti fotografici. Ti lascio al termine di questa recensione di Honor 9X qualche foto che ho realizzato durante le settimane di test, così puoi farti un'idea.
Per quanto riguarda i selfie, infine, puoi far conto sulla fotocamera pop-up con risoluzione di 16 MP. Anche in questo caso, gli scatti sono già pronti per la condivisione, infatti c'è già un po' di effetto bellezza che, diciamocelo, non guasta. Non temere che la fotocamera a comparsa sia fragile, infatti può supportare fino a 12 Kg di carico e, soprattutto, è presente un sensore che rileva se la fotocamera ti cade dalle mani mentre ti stai facendo un selfie e fa ritrarre la camera.
 

Honor 9X – Giudizio finale

In definitiva, posso dirti che Honor 9X passa il test per quella che era la dichiarazione d'intenti iniziale del brand: proporre un nuovo smartphone per i giovani. Le prestazioni infatti non sono da top di gamma, ma sono più che sufficienti per rendere il telefono affidabile più o meno in tutte le condizioni. La fotocamera, come detto, è indicata per i contenuti social e la batteria duratura permette di sfruttare il telefono come dei veri smartphone addicted senza avere l'ansia del drenaggio dell'autonomia.