Cambio di stagione dell'armadio: come avere un guardaroba perfetto

Guida all'acquisto
01/11/2018 Maria Antonia Frassetti 570

È arrivato il momento di mettere le mani al guardaroba per fare il consueto cambio di stagione dell'armadio. Tu sei pronta? Ecco alcuni consigli utili.

Dobbiamo arrenderci all’evidenza dei fatti. Gli ultimi barlumi di caldo che ci hanno accompagnato fino a ottobre inoltrato sono passati del tutto. Ora ci tocca fare i conti con il freddo e l’umidità. Ma anche con alcune incombenze domestiche tipiche di questo periodo. Di cosa sto parlando? Del tanto odiato e temuto cambio di stagione dell’armadio, che puntualmente bussa alla porta del nostro guardaroba a cavallo tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Sai come farlo al meglio? In poco tempo e con risultati impeccabili? Leggi questa guida per scoprire come organizzare l’armadio senza stress così da averlo luccicante e in ordine fino al prossimo cambio di stagione.
 

Guardaroba perfetto: da dove iniziare?

Innanzitutto, metti la tua musica preferita a palla, tirati su le maniche, fai un bel respiro… E via! Per un lavoro di fino e duraturo nel tempo, ti consiglio di svuotare completamente tutti i cassetti e i ripiani. Non deve restare nemmeno un calzino all’interno. Appoggia i vestiti sul letto, dopodiché fai un’attenta analisi di quello che hai tirato fuori. Sicuramente ci saranno molti oggetti che non sono capi di abbigliamento e che, per questo, vanno eliminati. Ad esempio, tutti i regali non graditi che hai accumulato nel tempo (l’armadio serve anche a questo!). 

Fatta questa prima pulizia, è il momento del secondo step, quello più sofferto: seleziona i vestiti che non ti vanno o che non metti più perché non ti piacciono e buttali (oppure, se sono in buono stato, dalli in beneficienza). Quest’operazione di eliminazione del superfluo ha un nome ben preciso: si chiama decluttering. È fondamentale per fare spazio a quello che serve davvero, ma ricordati che non è solo una questione di ordine. Se i vestiti sono troppo ammassati gli uni sugli altri non respirano e il rischio di tarme è molto alto.
 

Approfitta del cambio stagione per pulire l’armadio

Armati di aspirapolvere e dai una bella ripulita agli scomparti interni. Questo è sicuramente il metodo migliore, non solo per il risultato finale ma anche per la comodità di arrivare negli angoli più remoti senza fatica. Per completare l’opera (a seconda del livello di sporco), puoi passare anche un panno umido dopo aver tirato su il grosso della polvere. 
Attenta ad usare i pulitori a vapore: sicuramente l’effetto è igienizzante e antibatterico, ma non è indicato per tutti i materiali. Se il tuo armadio è in legno oppure è laccato, il vapore è assolutamente da evitare perché rischia di rovinare il mobile. Quindi armadio pulito sì, ma senza esagerare.
 

Come sistemare l'interno dell'armadio

A questo punto devi occuparti dell’abbigliamento. I vestiti estivi che purtroppo non metterai più per un po’ di mesi andrebbero lavati o anche solo risciacquati in lavatrice, così da essere riposti perfettamente puliti e freschi. In questo modo si conserveranno meglio. I capi che hai lavato di recente possono essere semplicemente trattati con un programma refresh che sfrutta la potenza del vapore per dare una rinfrescata generale e eliminare i cattivi odori.

So a cosa stai pensando! Dove metti ad asciugare tutto il guardaroba estivo adesso che inizia a piovere e a fare umido? Se non vuoi sentir parlare di stendini per casa, una valida soluzione è quella di ricorrere all’asciugatrice: un elettrodomestico utilissimo per il cambio dell’armadio, ma anche per asciugare il bucato nei mesi invernali in modo uniforme e veloce. Anche le asciugatrici sono dotate di programmi a vapore che permettono di distendere i tessuti ed eliminare le pieghe. In questo modo sarà più facile stirarli prima di mettere tutto al suo posto.
 

I consigli per un armadio organizzato

Eccoci finalmente arrivate all’ultimo passaggio: i vestiti vanno ricollocati nel guardaroba. In alto riponi l’abbigliamento estivo, mentre tieni i capi pesanti in basso a portata di mano. Se hai poco spazio a disposizione puoi sfruttare il potere del sottovuoto per ridurre gli ingombri. Un altro stratagemma per avere un armadio perfetto è quello di riporre gli indumenti e gli accessori in contenitori trasparenti (totalmente o in parte), magari classificati per categorie (magliette, maglioni, jeans…). Oltre a dare un aspetto ordinato, questo sistema ti permette di trovare al volo quello che ti serve senza inutili perdite di tempo. 

Il tocco in più? Il cambio di stagione dell’armadio non può dirsi perfetto né terminato se alla fine non spargi tra i cassetti e i ripiani un po’ di sacchetti antitarme e profumatori, ad esempio alla lavanda o agli agrumi.